Aggiornamenti questione petizione…

24 10 2007

21/03/08: Ho chiuso i commenti agli articoli, il blog è formalmente chiuso da novembre 2007, non ho il tempo di gestire la cosa. Non so quale catena linki al mio blog e non so chi mi “spacci” come fonte, come è stato scritto più e più volte (e non mi sto a ripetere, abbiate la pazienza di leggere!) anche io ho ripreso la notizia da altri blog QUINDI NON SO RISPONDERE ALLE VOSTRE DOMANDE.  

8/11/07 ATTENZIONE! come potete leggere “qui” arriva la conferma che il cane è stato alimentato per tutta la durata della mostra. Il testo della petizione che circola in rete da giorni quindi NON E’ corretto, l’animale NON E’ morto di stenti a causa della mostra.

Questo mio post è doveroso. Vedo che avete partecipato in tantissimi alla discussione e mi scuso per non poter rispondere a tutti. Non avrei mai immaginato una partecipazione così alta, anche perchè di solito questo blog lo leggiamo in tre/quattro persone.

Apprendo dai commenti, dai referral e da altri siti che in questi giorni si sta diffondendo la notizia che, secondo alcuni, il cane non sia deceduto ma sia riuscito a scappare il giorno seguente (o pochi giorni dopo) l’inaugurazione della mostra. Qualora la notizia fosse confermata vi terrò aggiornati.

Mi è stato chiesto, inoltre, se questa non fosse una bufala e/o una leggenda metropolitana. Non posso, neanche in questo caso, rispondervi con certezza. A quanto pare, sempre facendo riguardo ai blog da cui ho ripreso la notizia, sembra che questa mostra sia realmente esistita.

Purtroppo io, come voi, non dispongo ne di informatori privilegiati tantomeno di canali preferenziali sulla notizia. Come scrivevo nel precedente post, la notizia è stata presa sia da comunicazioni di conoscenti che da altri siti internet, per lo più in lingua spagnola e inglese. Per questo io non posso rispondere, purtroppo, a tutti i vostri quesiti.

Se avete dimestichezza con lo spagnolo e l’inglese vi lascio i link da cui ho appreso la notizia in modo da avere una visione più completa dell’accaduto. Se qualcuno ha maggiori informazioni a riguardo può naturalmente utilizzare la sezione commenti.

http://www.marcaacme.com/blogs/analog/index.php/2007/08/22/5_piezas_de_habacuc

http://reiskeks.blogspot.com/2007/10/boycott-guillermo-habacuc-vargas_18.html

http://reiskeks-natividad.blogspot.com/2007/10/boycott-guillermo-habacuc-vargas.html

http://miami.craigslist.org/pet/456133270.html

http://www.care2.com/c2c/groups/disc.html?gpp=3109&pst=881789&archival=&posts=12

Quotidiani:
SPIEGEL http://www.spiegel.de/kultur/gesellschaft/0,1518,512799,00.html

LA NACION http://www.nacion.com/ln_ee/2007/octubre/04/aldea1263590.html

Annunci

Azioni

Information

42 responses

24 10 2007
Roberto

Non dico niente, dobbiamo solo impedirgli di “lavorare” ancora!

24 10 2007
Eloisa

Be’… le foto comunque ci sono… e il cane, in quegli scatti, non è che fosse proprio in gran forma. Fra l’altro su http://www.marcaacme.com ce n’è una terribile in cui si vede il cagnolino sdraiato per terra, mogio mogio ed evidentemente debilitato e, tutt’intorno a lui, gli spettatori (o organizzatori che fossero) che chiacchieravano tranquillamente, con totale indifferenza per le sorti della povera bestia.

Lo sai? Da quando ho letto la notizia sul tuo blog, questa mattina, non ho fatto che pensarci. E ci ho “lavorato” sopra tutto il giorno. Ho mandato mail a chiunque, perfino a personaggi illustri della blogosfera, per diffondere il più possibile la petizione. Ho telefonato ad amici e conoscenti, aperto un blog sugli animali (che mi frullava per la testa da tempo, ma non avevo mai realizzato… nonostante casa mia sia un piccolo zoo!) che ho intitolato proprio a Natividad, il cagnolino ucciso da Vargas…
Ho fatto anche un volantino, da appendere nei posti pubblici (lo si può scaricare qui), per far sì che l’appello contro questo criminale sia firmato dal maggior numero possibile di persone.

Sono molto triste e molto, molto incazzata. Ma comunque ti ringrazio, perché facendo tutte queste cose (e immagino che, come me, si siano attivate molte altre persone!), Natividad vive ancora e Vargas non ha più la sua opera d’arte del cavolo.

Buona serata.

24 10 2007
darkomcmahon

@Eloisa … che dire, complimenti per il tuo impegno!
Per quanto rigaurda la veridicità della fonte credo anche io che l’esposizione sia realmente esistita, semmai può sorgere un dubbio sul fatto che il cane sia deceduto o meno. Dalle foto pare anche evidente che il cane non versi in ottime condizioni…

25 10 2007
Eloisa

Già. E comunque, anche se non fosse morto, è orribile che gli abbiano inflitto così tante sofferenze.

Intanto, gironzolando per la rete, ho trovato che anche Exibart.com (un sito molto serio che si occupa di arte) ha segnalato la notizia. A questo link. Naturalmente dà contro a Vargas ed è un’ulteriore fonte attendibile.

Ciao, buona giornata.

25 10 2007
Eloisa

Per chi volesse scrivere al TG2 (io e un amico l’abbiamo già fatto… e più siamo meglio è!) per segnalare la notizia: qui il link e il testo standard della mail, da incollare nel vostro messaggio. Altrimenti fate di testa vostra… ma fatelo!

Grazie.

(E scusa, Dark, se approfitto ancora del tuo spazio.)

25 10 2007
teresa

con riferimento a questo mostro di artista penso che la notizia circa la morte del cane sia vera infatti il sito dell’oipa conferma ciò. sullo stesso sito è possibile firmare la petizione

25 10 2007
fiore

comunque è tutto vero….chi volesse contattare la galleria che ha organizzato questo scempio per esprimere i propri sentimenti la mail è codice@galeriacodice.com purtroppo in Nicaragua non ci sono leggi che tutelano i maltrattamenti animali ma almeno impediamo a queste persone di lavorare.Grazie

25 10 2007
andrea

Dopo aver ricevuto questa ennesima catena, sono andato a vedere le foto e, non credendo possibile quello scritto nella mail, prima di firmare la petizione sono andato a cercare notizie sul sito della galleria dove la mostra con il cane si era svolta e li’ ho trovato questo:

http://www.galeriacodice.com/index.php?id=30

Non conosco lo spagnolo, ma mi sembra che il cane non sia stato lasciato morire di fame, e’ stato legato “in esposizione” per tre ore e poi e’ una notte scappato.

25 10 2007
adelaide

Ciao, sono anch’io un artista e mi vergogno che quello schifoso (in altro modo non lo riesco a definire) si millanti tale. Come appatenente a tale categoria vi chiedo profondamente scusa, e chiedo scusa alla Musa dell’Arte, che è stata infangata. Insieme a quel povero essere è morta un po anche lei.
Piangiamo, piangiamo per quel cane e per tutti i deboli che soffrono per l’arrivismo e la vigliaccheria altrui.
L’ARTE E’ UN ODE ALLA VITA. PUOI DECIDERE DI MORIRE PER L’ARTE MA MAI UCCIDERE .
FONTANA

26 10 2007
ema ove

purtroppo confermo…ho letto il sito in spagnolo (anche perchè l’inglese nn lo mastico molto) e, si il cane è deceduto..

26 10 2007
Eloisa

Mi sto facendo tradurre il pezzo riportato da Andrea da un’amica che conosce benissimo lo spagnolo. Giuro che se mi tirano fuori i soliti pretesti ipocriti per scusarsi… (Auto-censura.)

26 10 2007
Eloisa

Pubblicata online (qui) la traduzione in italiano della risposta della Direttrice della Galleria d’Arte che ha organizzato l’esposizione. Domando il vostro aiuto: qualcuno sarebbe in grado di scrivere una replica in un buon inglese?

Ciao a tutti.

26 10 2007
Ezio

Ciao.
Ho letto la notizia un po’ in giro su internet, ma nessun giornale da me letto, o notizia al telegiornale da me vista ne ha mai parlato.
Su youtube c’è però un video che credo possa testimoniare l’accaduto.

il link: http://it.youtube.com/watch?v=O6vP8CgTonQ

se il cane sia sopravvisuto oppure no, non è riportato.

certo è che il caro guillermo habacuc vargas non è un artista, nè un uomo sano. E purtroppo non è l’unico.
esempi più o meno passati di altri suoi “colleghi” più o meno illustri ce ne sono. ad esempio Hermann Nitsch, il quale nelle sue performance si cosparge e cosparge gli spettatori di sangue e intestini di agnelli e capre uccisi poco prima. “il sangue è succo di vita. la profondità della morte porta in sé il germoglio della rinascita”. questo è ciò che dichiara. un folle idiota.
ho letto in qualche commento l’invito al cosidetto artista di legarsi egli stesso, se propio voleva dimostratre qualcosa.
beh per fortuna qualche artista è stato coerente con il suo pensiero e si è suicidato in una sua performance, come ad esmpio Schwarzkogler nel 1969.

la cosa tragica è che questi signori sono nei nostri libri di STORIA DEL’ARTE!!
BOICOTTIAMO QUESTA CHE CERCANO DI PROPINARCI COME ARTE.

scusate la dilungaggine.
😀

27 10 2007
IrinaP

L’ho letto su un altro blog e ora sto esplorando il net alla ricerca di informazioni e conferme… io non ci posso credere… no… io vorrei prenderlo a bastonate in faccia questo pirla… scusate, ma appena letto la notizia sono andata fuori di me!

27 10 2007
fiorella

il cane è sicuramente deceduto…la gallerista sta cercando delle scuse. Sono talmente amareggiata che non saprei nemmeno cosa scriverle, però se qualcuno mi aiuta con il testo, lo posso tradurre in inglese e mandarlo a quei dementi

28 10 2007
rasputin

personalmente ho seri dubbi sulla veridicità di questa notizia. Ci sono già stati casi di gruppi artistici che per criticare il mondo dell’arte hanno fatto uso di questi falsi scoop come il luther blisset
http://www.lutherblissett.net/index_it.html

29 10 2007
Flyer

dunque… mi sono impegnata su questa vicenda il 20 ottobre diffondendo le notizie di questa storia assurda ma, sono certa, vera.
Una nota associazione per la difesa degli animali mi ha sbattuto le porte in faccia: a queste persone che qui scrivono e non credono dico, ci sono i link dei quotidiani che ne hanno parlato, ci sono le foto, la stessa galleria d’arte ha mostrato queste immagini: MA CHE DIAMINE ANDATE CERCANDO ALLORA PER CAPIRE CHE LA STORIA E’ DOCUMENTATA DUNQUE VERA? Un filmato della morte in diretta?
Ecco perchè non si fa mai nulla quando le questioni sono altamente gravi.
Grazie a tutti quelli che comunque nel dubbio hanno preferito crederci e si sono mobilitati… in casi come questi preferisco fare la figura della scema per averci creduto e aver fatto qualcosa piuttosto che aver contribuito a lasciare le cose come stanno.

30 10 2007
Eloisa

Flyer, tanto di cappello: hai scritto una frase bellissima…

«In casi come questi preferisco fare la figura della scema per averci creduto e aver fatto qualcosa piuttosto che aver contribuito a lasciare le cose come stanno.»

Se tutti la pensassero così, avremmo un mondo migliore.

30 10 2007
rasputin

ci sono i link dei quotidiani che ne hanno parlato, ci sono le foto, la stessa galleria d’arte ha mostrato queste immagini: MA CHE DIAMINE ANDATE CERCANDO ALLORA PER CAPIRE CHE LA STORIA E’ DOCUMENTATA DUNQUE VERA?

Ma davvero credete che sia impossibile (specie in internet) creare notizie false, documenti falsi, immagini falsi e quant’altro?
Sono documentati casi di gruppi che hanno fatto arrivare alla stampa nazionale finte messe sataniche cin tanto di stupro a cui i media sono cascati come pere.
Finte sparizioni di finti artisti arrivati persino a “Chi l’ha visto”
Finte mostre di finti artisti che sono arrivati persino alla Biennale

pensate davvero che sia impossibile creare bluff del genere

staremo a vedere

30 10 2007
Luci

non ho letto i commenti di tutti perchè sono di fretta e mi scuso se ripeto qualcosa che qualcuno ha scritto prima di me.
La notizia – ahimè – non è una bufala.
E’ stata pubblicata anch da “Il Giornale” (non che legga mai questo quotidiano sia chiaro… 😉 ma è cmq un organo ufficiale di diffusione).
qui vi linko gli ultimi aggiornamenti che risalgono a questa mattina (30 ottobre 07)
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=216803

30 10 2007
kassovitz

Ho lasciato un mio commento sul tuo post precedente prima che leggessi quest’altro;-) Comunque rinnovo i miei dubbi sulla veridicità di questo fatto. Mi ricorda tanto i “gattini bonsai”

30 10 2007
kassovitz

Ecco l’altro mio commento

E se tutto in realtà fosse una clamorosa bufala? E’ tutta la sera che sto cercando conferme, ma di fonti ufficiali nemmeno l’ombra. Andatevi a fare un giro sul sito del museo che espone le opere dell’artista visuale Guillermo Habacuc Vargas …e sottolineo artista visuale che credo c’entri poco con un opera di tutt’altro genere e “formato” come sarebbe questa famigerata “Eres lo que lees”. Il link è questo: http://www.madc.ac.cr/mambo452/index.php
La mia non è la verità assoluta, ci mancherebbe altro (come del resto quelle dei vari quotidiani e telegiornali che hanno riportato la notizia scopiazzando a destra e a manca dalle varie catene sparse per il web), ma è solo la curiosità di un eterno dubbioso che non vorrebbe abboccare a tutto ciò che viene detto da tv e giornali

31 10 2007
Eloisa

Lo dico e lo ripeto: secondo te la lettera della direttrice della galleria d’arte dove l’ “opera” è stata esposta, pubblicata sul sito ufficiale della galleria… è una bufala anche questa?

Perché dobbiamo sempre chiudere gli occhi, accidenti?

31 10 2007
Linda

Dopo lo squalo e gli altri esemplari in formaldeide d Hirst, il coniglio fosforescente di Edoardo Kac passando per i cavalli in galleria di Kounellis (ma lì erano pasciuti e nutriti e la temperie culturale diversa) ci mancava solo di dare un povero cane (randagio!attenzione…chissà se un candido barboncino con pedigree avrebbe fatto lo stesso effetto…) in pasto ad una decerebrata schiera di amanti del vernissage….
Dove è finita l’arte?Dove è finita la vera, intelligente provocazione?Qui c’è solo crudeltà gratuita, depravazione, amoralità.
Il cane non è morto?basta un solo giorno in quelle condizioni, basta solo l’intenzione a fare di quest’operazione “estetica” un’offesa all’arte.
E parlano tanto di una fontana tinta di rosso…

31 10 2007
traduzione

L’11 Novembre 2005 Natividad Canda Mairena, un indigente del Costa rica viene ucciso dopo due ore di morsi da due rottweiler.

L’opera secondo l’artista (il quale si riserva di rivelare se il cane sia veramente morto o meno) aveva come scopo il mostrare l’ipocrisia della gente.

Da sue parole: “Un animale in quelle condizioni diventa il centro dell’attenzione quando lo metto in una stanza bianca dove la gente va a vederlo, ma non quando è in strada a morire di fame. Alla stessa maniera è successo con Natividad Canda, la gente si è interessata a lui solo quando lo hanno sbranato i cani”.

Nota personale: La crudeltà sugli animali è una cosa orribile ed ingiustificata,tuttavia in questo caso è malauguratamente riuscita a farci soffermare su una cosa: L’IPOCRISIA

Ci sono OGNI GIORNO migliaia e milgiaia di BAMBINI innocenti che muoiono di fame eppure nessuno di NOI fa niente oppure facciamo troppo poco.

Nel sito : http://www.porloschicos.com/PorLosChicos.NET/
per il semplice fatto di aprire la pagina lo sponsor dona cibo all’associazione ‘POR LOS CHICOS’ (X i bambini),è un buon inizio…

7 11 2007
darkomcmahon

rieccomi, mi scuso con tutti per l’assenza ma ho avuto questioni personali da risolvere che mi hanno tenuto lontano dal blog, chiedo venia!

7 11 2007
Gilgamesh

Darko, la notizia È (in parte) una bufala.

Il cane veniva regolarmente nutrito alla chiusura della mostra, che era aperta per sole 3 ore al giorno. E l’unico che ha inquadrato perfettamente la cosa in questi commenti è Kassovitz.

L’obiettivo di Guillermo era appunto sottolineare l’ipocrisia: vorrei sapere quanti di coloro che si sono indignati fino ad augurare una morte lenta all’artista, vedendo lo stesso cane, emaciato e macilento, per strada lo avrebbero raccolto e portato a casa, o perlomeno a un canile.

Comunque, qui c’è il post, assolutamente ben documentato ed esauriente di Paolo Attivissimo, che sul suo blog “Il Disinformatico” chiarisce perfettamente la questione e fuga ogni dubbio.

Penso ti convenga aggiornare questo post o pubblicarne un terzo di smentita, e riabilitare il pover Habacuc 🙂

8 11 2007
darkomcmahon

grazie epr avermi avvisato, questa notizia mi fa davvero piacere.
ho appena pubblicato un post di rettifica 🙂

https://darkomcmahon.wordpress.com/2007/11/08/il-caso-habacuc-terzo-aggiornamento-e-risoluzione/

18 11 2007
giacomo

Guillermo Habacuc Vargas

maledetto tu e quanti hanno permesso.
mi auguro che abbiate la stessa fine di quel cane!

18 11 2007
flavia

In ogni caso anche se la storia della mancata alimentazione non fosse vera è ugualmente schifoso usare un cane legato per partecipare ad una mostra. Un cane non è un oggetto, ma un essere vivente. Il problema è dei cosiddetti “artisti” che non sanno fare nulla e inventano mezzi e mezzucci per far parlare di sè. E poi basta con tutta questa retorica: nel mondo è pieno di ingiustizie verso le persone, è vero, ma noi ci indignamo eccome anche per questo, ma non possiamo essere ritenuti responsabili per tutti i mali del mondo, per la serie: vi indignate per un cane e poi le migliaia e migliaia di persone che muoiono di fame bla bla bla. Le migliaia di persone che muoiono di fame hanno dei precisi responsabili alle spalle, e molti di noi si indignano enormemente! In molti inviano soldi, alcuni vanno a fare volontariato, altri hanno cominciato a consumare in modo critico per evitare lo sfruttamento di popolazioni lontane, ma di più che dovremmo fare????? Allora questa sarebbe la scusa per far soffrire un povero animale, o sfruttarlo? Siamo stanchi di essere colpevolizzati per tutto, e a dover giustificare tutto e il suo contrario perchè altrimenti veniamo tacciati di ipocrisia!! Agiamo nel nostro piccolo e il mondo sarà migliore, ma rifitiamo il peso di tutti i mali del mondo, sono soltanto chiacchiere!!!!

2 12 2007
darkomcmahon

ATTENZIONE!
https://darkomcmahon.wordpress.com/2007/12/02/blog-chiuso/
Il blog è ufficialmente chiuso (mi sposto altrove) qui non riesco più a gestire la mole di commenti e non mi va di avere uno spazio personale dove risulta impossibile interagire con tutti.
Lascio comunque aperto i commenti perchè vedo che c’è gente che sta portando avanti delle discussioni, in questo modo potranno scambiarsi i contatti per continuare altrove.
Non è ne censura, ne pentimento, assolutamente no. Ma davvero è ingestibile. La dashboard di wordpress è piena di commenti da moderare, avvisi, spam etc e non ho proprio il tempo di mettermi a riordinare il tutto.
So che capirete.

17 03 2008
marta

E’ uno schifo, spero che nella sua vita riceva lo stesso trattamento.

19 03 2008
marzia

ma che! il cane ha sofferto eccome, e si vede, che poi sia morto di stenti o meno! questo pseudo-artista mi da la nausea

19 03 2008
fede

SI OK PUò ANCHE DARSI CHE IL CANE SIA SCAPPATO…E CHE NON SIA MORTO DI FAME…MA CONTINUO A DIRE CHE NON MI SEMBRA GIUSTO RINCHIUDERE UN CANE IN UN MUSEO!!!
QUESTA NON è ARTE…!!!

20 03 2008
Ornella

Spero di non incontrare mai sulla la mia strada questo beduino perchè non risponderei di me stessa…non aggiungo altro!

20 03 2008
emanuele

Questa è la prova, più meschina, di quello che un essere umano sia disposto a fare, per avere notorietà. Sono disgustato. Prima di ridurlo in fin di vita, desidererei sputare in faccia a quelle persone che hanno consentito tutto questo.Vergognatevi.

20 03 2008
Fiorella

Nn credo ke tutto ciò possa far tornare in vita quel povero cagnolino,ma cn la collaborazione e cn cuore possiamo dar fine a questo inferno…e credetemi è un inferno ke nn vorrebbe passare nessuno,immaginate il dolore ke proviamo noi in questo momento,bhè…credo propio ke il povero cagnolino abbia sofferto neanke la metà di cm stiamo soffrendo noi…Guillermo x curiosità mettiti la mano sul petto al lato sinistro…vedi se senti piccoli battiti…se si hai un cuore ma credo ke x aver fatto tutto ciò tu un cuore nn ce l’hai e nn so come fai a vivere soprattutto dopo aver fatto una cosa squallida…una cosa importante posso dirtela…auguro ke tu possa fare una morte sofferente,soffrire il triplo di come ha sofferto il piccolo cagnolino,ke quello ke ci rimane di lui è solo il ricordo,ma di te anke questo deve sparire…Fiorella

20 03 2008
Morge

Anch’io sono un’artista. Consegnatemi Guillermo Vargas Habacuc e lo trasformerò in un’opera d’arte degna di questo nome!

20 03 2008
ilaria

ho ricevuto ora l’email..e sto ancora con le lacrime agli occhi..senza parole..spero solo che la gente come questo schifo di artista muoia al piu presto ma soprattutto soffrendo..e se il mondo va a rotoli è perche esiste la gente come vargas..se potessi brucerei te e tt le tue opere di arte che sicuramenti saranno orrende come te..fai schifo..

20 03 2008
ila

HO DA POCO RICEVUTO L’INVITO A FIRMARE LA PETIZIONE DA UN MIO AMICO…MI SONO SENTITA MORIRE ALLA VISTA DELLE IMMAGINI DI QUEL POVERO CANE…HO FATTO LA VOLONTARIA IN UN CANILE PER ANNI E INSIEME AD ALTRI MIEI AMICI ABBIAMO SALVATO TANTI CANI IN CONDIZIONI PESSIME…E QUESTO PRESUNTO ARTISTA RIDUCE UN CANE IN QUESTE CONDIZIONI COME FORMA D’ARTE??????MA SIAMO IMPAZZITI TUTTI?SPERO DI CUORE SIA SOLO UNA BUFALA!!!

20 03 2008
Laura

è un atto estremamente crudele…indipendentemente dal fatto che il cane sia morto o meno…anche se io ho letto che è morto per inanizione…
comunque c’è una petizione su internet per impedire che ‘l’artista’ ripeta la sua opera come è stato invitato a fare…non so se lo sapete già…in ogni caso io posto il link… http://www.petitiononline.com/13031953/petition.html

Impediamo queste barbarie, per favore…

21 03 2008
darkomcmahon

Ragazzi, sono il proprietario del blog, come scrivo un po’ ovunque (ma nessuno legge!!!) questo blog è chiuso, non viene aggiornato da mesi!
Non so chi vi rimandi al mio blog, la notizia del cane è su diversi siti da cui io stesso ho ripreso la notizia.
Aspetto ancora qualche giorno e poi chiudo, come nell’altro post, i commenti, io non ho il tempo di gestire il tutto. Scusatemi, la mole di interventi è troppo elevata, se mi faccio vedere la coda di moderazione rabbrividite 😉
Inoltre, capisco la rabbia, ma ci sono stati commenti davvero inqualificabili, e non è il tipo di dibattito e di discussione che io approvo.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: